Cenni Storici

Castiglion Fiorentino è da sempre stata terra feconda per la nascita di personaggi poi saliti alla notorietà in vari campi, sia sul territorio nazionale che in ambito internazionale: dal Beato Mansueto allo storico Sigismondo Tizi (1458-1528), dal poligrafo Tommaso Porcacchi (1530-1585) al poeta tragico ed improvvisatore Tommaso Sgricci (1789-1836), dal Ghizzi, all'architetto Corinto Corinti (1843-1930) e al Professore di Filosofia alla Regia Università di Bologna Angiolo Valdarnini. Molti anche coloro che, sebbene non nati a Castiglion Fiorentino, ritennero questo paese la loro vera terra, come il matematico ed astronomo Giovanni Francesco Salvemini (1704-1791), che volle essere chiamato il Castiglioneo, o Alessandro Codivilla (1861-1912), medico che all'Ospedale castiglionese avrebbe iniziato la sua carriera che lo portò a divenire il padre dell'Ortopedia Italiana nonché colui che portò alla fama mondiale l'Istituto Rizzoli di Bologna. Lunga sarebbe infine la lista dei personaggi del nostro tempo legati o nati a Castiglioni, da Roberto Benigni al ciclista Daniele Bennati, dal giornalista conduttore televisivo Alberto Castagna (1945-2005) a Jacopo Bennati, campione del mondo a squadre di tiro con l'arco. Da ricordare ancora Mario Spina (1927-1985) tenore che cantò con la Callas e fu diretto da Stokowsky e Bernstein, e il giornalista e regista Luciano Michetti Ricci (1929-2009). In ultimo due personaggi che hanno lasciato una particolare impronta a Castiglion Fiorentino e ai giovani, Fabrizio Meoni (1957-2005) motociclista vincitore della Parigi – Dakar al quale è intitolato il Palazzetto dello Sport ed il calciatore Emanuele Faralli (1962-1980), a cui è stato dedicato lo stadio Comunale.

 

Fabrizio MeoniMonumento a Roberto BenigniEmanuele Faralli


Scatti da Instagram

Gli ultimi eventi a Castiglion Fiorentino

Iscriviti alla newsletter